Le rughe nasolabiali: cause e trattamenti

rughe-nasolabiali-Favoriti

 

Dott. Nino Favoriti, Specialista in Dermatologia

Il sorriso ci fa belli, ma purtroppo è anche una delle espressioni che maggiormente possono essere causa della comparsa di rughe, ma vuoi mettere un bel sorriso al costo di qualche ruga in più? Purtroppo, occorre riconoscere che le rughe che sono presenti nella zona delle labbra sono anche quelle che rendono il viso più invecchiato. 

Ovvio che sono anche quelle maggiormente odiate e contro cui si cerca un rimedio che sia efficace. Quei brutti solchi che appaiono ai lati del viso non faranno altro che dare pesantezza ai lineamenti. 

Non solo una questione di età

La comparsa di questa tipologia di rughe della zona labbra, non la si deve collegare solo ed esclusivamente all’età che avanza, anche se esse sembrano accentuarsi dopo i 30 anni. Oltre all’invecchiamento della pelle, altra causa delle rughe nasolabiali è la morfologia specifica del volto, se si tratta di una configurazione più o meno squadrata. Altro elemento da non sottovalutare è la disidratazione. 

Una pelle che appare disidratata, si rivela anche poco elastica e maggiormente propensa a sviluppare degli inestetismi. Quindi è chiaro che bere due litri di acqua al giorno, non è solo per il benessere dell’organismo, ma anche della pelle e della bellezza del proprio volto. 

Nonostante questo, lo sanno tutti che esse sono definite “rughe di espressione” in quanto dovute alle innumerevoli sollecitazioni che il volto subisce durante il giorno per sorridere o comunque per modificare continuamente le espressioni a seconda di quelle che sono le sensazioni che si provano. 

A prescindere dal sorriso e dall’età, ci sono poi dei fattori che fanno diventare permanenti i segni che si hanno sul volto, in particolare ci si riferisce a: 

  • Un calo nella produzione di collagene, acido ialuronico ed elastina: elementi che in genere sono prodotti dallo stesso organismo, ma che con il tempo diminuiscono e non sono più sufficienti a soddisfare il fabbisogno della pelle che li utilizza per apparire compatta e liscia; 
  • Diminuzione nella riproduzione cellulare: la pelle non riesce più a rigenerarsi in maniera efficace; 
  • Forza di gravità: che lascia calare la pelle del viso; 
  • Alterazione dei muscoli del volto: che lasciano comparire dei solchi a volte anche profondi; 
  • Assottigliamento dell’adipe sottocutaneo: che deve essere idratato per poter mantenere la pelle liscia a lungo. 

Ovviamente non è possibile affermare a priori quanto tempo occorra per questo processo, c’è chi vede comparire sul suo volto le prime rughe precocemente e chi invece può sentirsi giovane più a lungo. Da cosa dipende? In buona parte dalla genetica, dalla predisposizione ed inoltre da alcune abitudini poco sane. 

Le maggiori cause

Prevenire le rughe, vuol dire conoscerne le cause. Queste possono avere origine o dall’interno dell’organismo, ovvero da agenti esterni. Come già detto in precedenza, la maggiore tra le cause della comparsa delle rughe nasolabiali è la mimica facciale, che provoca delle contrazioni della pelle e rende i solchi maggiormente visibili. 

Ma ne sono causa anche la progressiva incapacità della pelle di trattenere l’acqua, perdendo di elasticità, oltre ovviamente a una buona dose di genetica e di capacità di prendersi cura di se stessi scegliendo i giusti prodotti ed intervenendo in maniera preventiva sulla comparsa delle rughe, con trattamenti di bellezza e prodotti anti age di ottima qualità. 

Altri fattori che possono cooperare alla comparsa delle cosiddette rughe di espressione sono: fumo, eccessiva esposizione ai raggi solari, soprattutto senza protezione solare, un’alimentazione non sana e infine un’idratazione insufficiente. 

Tabagismo ed esposizione ai raggi solari sono due elementi che favoriscono l’azione dei radicali liberi, causa dell’invecchiamento cellulare, in quanto degradano sia il collagene che l’elastina. È dunque possibile affermare che la comparsa delle rughe di espressione sono causa di una serie di elementi che cooperano tra di loro e se non prevenute possono essere causa dell’invecchiamento prematuro della pelle. 

Insomma, non si può parlare di semplici rughe, ma del risultato di un processo, a cui, che piaccia o no, tutti vanno incontro con il passare degli anni. Certo i trattamenti possono porvi rimedio, ma la prevenzione è il primo passo da compiere. Quindi da dove iniziare? Da una vita equilibrata, delle sane abitudini, evitare tutti quegli atteggiamenti che possono compromettere non solo la salute della pelle ma di tutto il corpo. Favorire il ringiovanimento cutaneo, contrastando l’invecchiamento precoce. 

I rimedi alle rughe di espressione

Per contrastare le rughe di espressione, sono sempre di più le persone, (uomini e donne) che decidono di rivolgersi a degli esperti per riuscire a contrastare l’inestetismo grazie a trattamenti specifici come il filler di acido ialuronico. Una metodica che anche se appare efficace, lo è solo per un tempo limitato.

Le iniezioni di filler vanno sicuramente a riempire le linee di espressione, ma purtroppo si agisce su una zona del volto che viene sollecitata in maniera esagerata della mimica e anche dalla forza di gravità e questo può essere causa di un rigonfiamento dei tessuti, per un viso che non appare perfetto, ma spesso troppo pieno. 

Un limite questo che non solo è molto temuto, ma anche molto comune tra le pazienti, per via di un limite rappresentato tanto dal prodotto che viene utilizzato che dalla tecnica applicata. Il rischio diviene notevole, quando non ci si affida a persone competenti e professionali. L’acido ialuronico richiama acqua che va a volumizzare i tessuti circostanti

Si potrebbe definire un effetto collaterale di uno dei trattamenti cosmetici maggiormente richiesti negli ultimi anni. Molto più comune di quello che si pensa, semplicemente perché le rughe di espressione non sono dei semplici solchi sul volto, ma il primo segnale di un vero e proprio cedimento delle guance che richiede un intervento mirato ed efficace. 

Occorre quindi sapere che con il tempo le guance cedono alla forza di gravità e cambiano di posizione, si spostano in avanti e verso il basso, insomma, la classica fisionomia di come ci si immagina una donna anziana. Un fenomeno che gli esperti chiamano interiorizzazione delle guance che sembra essere quasi un processo lento ed inesorabile, a cui porre rimedio è quasi impossibile. 

Ma impossibile non è certo la parola giusta, quello che è importante, per poter trattare l’inestetismo è conoscere nel profondo la problematica e comprendere che sì, ci sono dei modi di agire, ma devono andare ben oltre il semplice riempire i solchi. 

L’innovazione al servizio della bellezza

Per correggere le rughe nasolabiali le nuove tecniche di medicina estetica mirano a sollevare i tessuti, con l’uso di filler posizionati in punti precisi del viso. In particolare il filler a base di acido ialuronico viene posizionato per distendere la guancia e non riempire solo la ruga nasogeniena. Ciò consente risultati molto naturali e duraturi nel tempo.

L’acido ialuronico impiegato è molto denso e coesivo, affinché possa sostenere i tessuti. Impiantato sul periostio e sotto i muscoli facciali, l’acido ialuronico riesce a dare sostegno ai tessuti, portando le guance nelle posizioni originarie. Di conseguenza le rughe nasogeniene verranno distese. 

Nei Centri Medici Belotero puoi valutare il trattamento a base di acido ialuronico più adatto alle tue esigenze di bellezza naturale. Si tratta di trattamenti che distendono le rughe superficiali e profonde, e allo stesso tempo donano idratazione ed elasticità alla pelle del viso.