Belotero® Lips: il trattamento che ringiovanisce le labbra

invecchiamento labbra

Quando si valuta lo stato della propria pelle, l’attenzione è spostata di più sulle rughe del volto, motivo per cui a volte si dimenticano i particolari. Come ad esempio le labbra, che invecchiano insieme al resto del volto e sulle quali compaiono i segni caratteristici dell’invecchiamento, che si possono attenuare attraverso dei trattamenti di medicina estetica, così come accade per il resto del volto.

Le labbra sono uno dei punti focali del volto. Sia per l’uomo, che per la donna, le labbra sono il simbolo della seduzione e della sensualità, e nell’opinione comune, è bello che esse siano piene e carnose. È vero anche, però, che non a tutti stanno bene, perché ci sono volti e personalità perfetti anche con labbra sottili. D’altra parte, però, labbra piene e ben definite trasmettono sempre una sensazione di sensualità, morbidezza e femminilità.

Non è un caso, infatti, se i “ritocchini” alle labbra sono uno tra gli interventi più richiesti in medicina estetica. Parliamo sempre di procedure mininvasive, solitamente filler, che hanno come obiettivo quello di aumentare il volume delle labbra e meglio definirne le linee, in particolare l’arco di Cupido. Il risultato che si ottiene non è più, come spesso accadeva in passato, l’effetto “labbra a canotto”, ossia labbra eccessivamente gonfie e quindi innaturali, ma, al contrario, labbra naturalmente più carnose e definite in perfetta armonia con il resto del volto.

Data anche la naturalezza del risultato e la non invasività del metodo, il “ritocchino” alle labbra è un intervento richiesto anche dalle ragazze più giovani, a partire già dai 25 anni. Il motivo può essere quello di sentirsi più in armonia con il sé stesse, oppure di vedersi in un “selfie” perfetto. Le donne più adulte ricorrono, invece, al filler labbra, principalmente per contrastare i segni del tempo, ritrovare linee e volumi e attenuare le rughe d’espressione.

È, in ogni caso, importante tenere presente che le labbra invecchiano così come il volto, per cui è utile riservare loro delle cure, al pari di un vero e proprio skin care quotidiano, così come si è abituati a fare per il volto.

Anche le labbra, ad esempio, subiscono gli effetti del fotoaging, l’invecchiamento derivante dall’esposizione al sole. Bisognerebbe quindi, durante l’esposizione al sole, applicare una crema protettiva con filtro solare anche sulle labbra. Si trovano spesso degli stick appositi, della stessa linea delle creme solari, da applicare sulle labbra quando si prevede un’esposizione solare prolungata, sia al mare, che in montagna.

Per contrastare gli effetti del cronoaging bisognerebbe invece agire su una serie di fattori legati all’invecchiamento cutaneo in generale, e che comprendono skin care quotidiano, corretta alimentazione, abitudini e stile di vita.

Quali sono le cause e i principali segni dell’invecchiamento delle labbra

Le principali cause dell’invecchiamento delle labbra sono assimilabili a quelle dell’invecchiamento cutaneo, che si riassumono essenzialmente nei concetti di cronoaging e fotoaging. Con il termine cronoaging si fa riferimento a quei processi di invecchiamento legati all’età anagrafica, con il termine fotoaging ci si riferisce, quasi esclusivamente, agli effetti sulla pelle dei raggi UV derivanti dall’esposizione solare.

Con l’avanzare dell’età, nell’organismo vengono prodotte quantità sempre minori di collagene e di elastina, due proteine importanti per il mantenimento della struttura della pelle. Allo stesso tempo, l’epidermide tende ad assottigliarsi e perde idratazione: così facendo, appare più secca e le rughe di espressione si fissano e si accentuano. La perdita di idratazione non è solo superficiale, ma anche profonda, perché diminuisce anche la concentrazione di acido ialuronico nel derma. L’acido ialuronico è un disaccaride in grado di legare a sé moltissime molecole di acqua, per cui contribuisce fortemente al mantenimento dei volumi e della morbidezza della cute, così come delle labbra.

Per contrastare gli effetti del cronoaging bisognerebbe invece agire su una serie di fattori legati all’invecchiamento cutaneo in generale, e che comprendono skin care quotidiano, corretta alimentazione, abitudini e stile di vita.

Quando, con l’avanzare dell’età, le concentrazioni di queste molecole diminuiscono, le labbra tendono a perdere volume e turgore, e, inoltre, sono maggiormente soggette a cedere verso il basso per effetto della forza di gravità. Questo porta, tra le altre cose, a un aumento della distanza tra il naso e il vermiglio superiore, che contribuisce a invecchiare il volto e a modificarne l’armonia.

Gli effetti derivanti dal fotoaging sono, invece, essenzialmente l’aumento della secchezza delle labbra e l’accentuazione delle rughe d’espressione. I raggi UV aumentano, inoltre, la produzione dei radicali liberi nell’organismo, molecole altamente reattive che, quando si accumulano, possono provocare dei danni al DNA delle cellule, favorendone anche l’invecchiamento.

Le rughe che compaiono sul vermiglio hanno un andamento verticale e non a caso si chiamano anche “codice a barre”. Sono più accentuate e precoci nei fumatori, perché sono rughe d’espressione che sono favorite proprio dai movimenti che fa la bocca nell’atto di tenere la sigaretta. Intorno alle labbra vi sono, invece, le rughette intorno agli angoli e le pieghe naso labiali, entrambe rughe d’espressione che caratterizzano il sorriso.

Come sottolinea la Dott.ssa Giuseppina Ambrosio, riguardo l’invecchiamento delle labbra: “La forma delle labbra inizia a modificarsi già all’età di 30 anni poiché diminuisce progressivamente la capacità del corpo di produrre elastina e collagene. A quest’età si potrebbero quindi iniziare a vedere i primi segni del tempo.
Dopo i 40 anni le labbra si assottigliano del 30% del loro spessore e anche i muscoli labiali iniziano a perdere tonicità. Potrebbero comparire rughe su labbra e sul contorno delle stesse. Gli angoli della bocca cominciano scendere verso il basso e in più si può avere secchezza della loro superficie e perdita della loro naturale luminosità”.

Prevenire l’invecchiamento delle labbra: il “lip-care” quotidiano

Per prevenire o ritardare l’invecchiamento delle labbra sono importanti cure e attenzioni quotidiane, insieme ad alimentazione e stile di vita corretto.

Una dieta troppo ricca di zuccheri raffinati e junk-food, il fumo di sigaretta, i bruschi balzi di temperatura, ecc. sono tutti fattori che favoriscono l’invecchiamento della pelle e delle labbra. Al contrario, un’alimentazione ricca di acqua, insieme a frutta e verdura di stagione, contribuisce a prevenire l’invecchiamento perché idrata l’organismo e apporta buone quantità di vitamine e antiossidanti. La vitamina C è fondamentale per la sintesi del collagene, mentre gli antiossidanti aiutano a neutralizzare i radicali liberi.

Parlando invece di “lip-care” quotidiano, gli accorgimenti sono semplici:

  • mantenere sempre le labbra idratate, utilizzando tutti i giorni un burrocacao ad azione nutriente e protettiva;
  • applicare uno stick con fattore protettivo prima dell’esposizione al sole;
  • utilizzare un balsamo nutriente ad azione più profonda, in particolare nei periodi nei quali le labbra appaiono particolarmente secche.

I prodotti per le labbra contengono spesso sostanze grasse, come cere, oli o burri vegetali (es. burro di karité, olio di Argan, ecc.) o sostanze ad azione lenitiva come l’aloe vera, che aiutano a mantenere le labbra morbide, a riparare eventuali spaccature o screpolature e a mantenere il film protettivo idrolipidico superficiale di protezione.

Filler labbra: Belotero® Lips

I Centri Medici Belotero hanno messo a punto un trattamento specifico per le labbra: Belotero® Lips.

Belotero® Lips è una combinazione di due filler che danno un duplice effetto “Shape” e “Contour”, ossia riempimento e definizione. Il risultato è paragonabile all’effetto matita e rossetto, quindi labbra piene e ben definite.

Entrambi i filler sono a base di acido ialuronico, sostanza che, essendo naturalmente presente nell’organismo, riesce a integrarsi perfettamente nel tessuto connettivo cutaneo, aumentando o ripristinando (a seconda della necessità) volumi e morbidezza. L’effetto è assolutamente naturale e armonioso. Il prodotto è ampiamente tollerato, anche perché viene naturalmente riassorbito dai sistemi fisiologici dell’organismo in un tempo variabile da 4 a 6 mesi.