Gentili Gabriella
  Specialista in Chirurgia plastica, chirurgia estetica, medicina estetica

,

Definizione e volume naturale alle tue labbra con i filler

filler labbra acidoialuronico

Dott. Gentili Gabriella

Il filler labbra è tra i trattamenti più richiesti in medicina estetica. Le nuove formulazioni utilizzano acido ialuronico per un risultato naturale e armonioso.

I trattamenti filler labbra sono molto richiesti in medicina estetica, anche dalle ragazze più giovani. Spesso infatti, il filler labbra rappresenta proprio il primo approccio con il medico estetico. Le nuove formulazioni sono per lo più a base di acido ialuronico: una molecola biocompatibile e riassorbibile, perché naturalmente presente all’interno del nostro organismo. Queste caratteristiche hanno avvicinato ancora di più le donne al filler labbra. In passato, anche da una parte si desiderava fortemente migliorare la definizione e il volume delle proprie labbra, dall’altra c’erano molte insicurezze. E se poi qualcosa va male? Se sono allergica al prodotto? E se poi le mie labbra diventano dei “canotti” ed il risultato non mi piace?

Tutti questi dubbi non erano completamente infondati. Certo, affidandosi ad un professionista preparato, i filler labbra sono sempre stati dei trattamenti sicuri. Le formulazioni che si utilizzavano una volta erano però generalmente a base di silicone, una sostanza non presente naturalmente nel nostro organismo, e quindi non riassorbibile. Essendo una sostanza estranea in effetti poteva succedere più spesso di sviluppare reazioni allergiche, oppure anche solo di non tollerarla bene. 

L’acido ialuronico invece viene prodotto naturalmente nel nostro corpo dove contribuisce a formare la struttura del tessuto cutaneo. Nel derma (lo strato intermedio della pelle) troviamo infatti una rete formata da collagene ed elastina che funge da “impalcatura” di sostegno per l’epidermide, e al suo interno una matrice gelatinosa formata prevalentemente da acido ialuronico e acqua, la quale contribuisce proprio al mantenimento dello spessore e della morbidezza della pelle, e quindi di volume e definizione del viso e delle labbra.

L’acido ialuronico è quindi tollerato molto bene ed è riassorbibile, il che vuol dire che piano piano il filler viene naturalmente degradato dall’organismo. Per questo motivo il trattamento si può poi ripetere a distanza di mesi (generalmente una volta all’anno). Questo fa sì che i risultati siano sempre molto naturali.

Acido ialuronico: la sostanza più utilizzata nei filler labbra di ultima generazione

L’acido ialuronico è senza dubbio la sostanza più utilizzata nei filler viso e nei filler labbra di ultima generazione. Viene quindi da chiedersi il perché. Che cos’ha di particolare questa sostanza per aver avuto così tanto successo? Proviamo a conoscerla meglio.

L’acido ialuronico è una molecola che si trova nei tessuti connettivi del nostro organismo tra i quali figura anche il derma, il tessuto connettivo della pelle. La sua funzione principale è quella di mantenere lo stato di idratazione ed elasticità della pelle, delle mucose e delle articolazioni. 

Ma come ci riesce? Per capirlo vediamo meglio la sua struttura chimica. L’acido ialuronico è un mucopolisaccaride lineare ad alto peso molecolare (in parole più semplici, uno zucchero), in grado di legare a sé un’elevata quantità di molecole di acqua, raggiungendo così un alto grado di idratazione. È proprio questo che gli permette di mantenere l’idratazione dei nostri tessuti, tra i quali anche quello cutaneo. Oltre a questo l’acido ialuronico svolge anche un’azione antiossidante, aiutando a neutralizzare i radicali liberi e contribuendo così a ritardare l’invecchiamento della pelle e degli altri tessuti.

Al di fuori della pelle, l’acido ialuronico è molto conosciuto per il corretto funzionamento delle articolazioni, in quanto è uno dei componenti del liquido sinoviale, quella sostanza che aiuta ad ammortizzare gli stress meccanici ed a mantenere il giusto grado di lubrificazione dell’articolazione.

La sintesi dell’acido ialuronico e di conseguenza i suoi livelli nell’organismo diminuiscono fisiologicamente con l’età e con l’esposizione a fattori stressogeni come ad esempio i raggi ultravioletti del sole (UVA e UVB), che contribuiscono ad un aumento dei radicali liberi e dei livelli di stress ossidativo dell’organismo. L’eccesso di radicali liberi attiva infatti la ialuronidasi, l’enzima che degrada l’acido ialuronico, causandone una diminuzione delle riserve disponibili all’interno dell’organismo.

Iniziamo quindi ad elencare i motivi per i quali l’acido ialuronico ha avuto così tanto successo come componente della formulazione dei filler viso e dei filler labbra. Innanzitutto perché è una molecola molto ben tollerata: essendo presente anche naturalmente nel nostro organismo è una sostanza biocompatibile e riassorbibile. Entra nei meccanismi fisiologici del metabolismo e svolge la sua naturale funzione, ossia mantenere idratazione ed elasticità del tessuto cutaneo.

L’acido ialuronico ha quindi un’azione riempitiva, tipica dei filler, ma allo stesso tempo aiuta a ripristinare le riserve perse con l’età. Questo lo rende una sostanza molto versatile: un trattamento filler a base di acido ialuronico permette di ottenere un aumento di volume nelle aree interessate, e nello stesso tempo un miglioramento dell’aspetto della pelle con attenuazione delle rughe e di altri segni dell’invecchiamento.

Perché fare un filler labbra: quali inestetismi si possono correggere

Una donna decide di fare un filler labbra per moltissimi motivi: aumentarne il volume e la definizione, correggere delle asimmetrie tra le due emilabbra, eliminare rughe (come ad esempio il temutissimo “codice a barre”) e altri segni dell’invecchiamento cutaneo, idratare le labbra in profondità.

Quando pensiamo a delle belle labbra le immaginiamo sempre carnose e ben definite. Esse sono uno dei punti focali del volto ed espressione della femminilità, per cui è assolutamente normale che si desideri avere delle belle labbra per sentirsi più in armonia con sé stesse. Non che dobbiamo avere tutte delle labbra voluminose, ma può capitare che delle labbra troppo sottili non stiano proprio bene su un viso, e per questo il filler labbra può essere molto utile anche solo semplicemente per aumentarle di volume e renderle più in armonia con il resto del viso.

L’aumento di volume può aiutare anche a correggere delle asimmetrie tra le due emilabbra. Spesso si cerca di correggerle con matita e rossetto, ed in questo caso il filler lavora facendo esattamente la stessa cosa, ma con il vantaggio di durare più a lungo.

L’azione riempitiva del filler a base di acido ialuronico aiuta infine ad eliminare le rughe e a restituire idratazione alle labbra segnate dall’invecchiamento.

 

Contatta la Dott.ssa Gabriella Gentili