Ringiovanimento viso senza bisturi

ringiovanimento-senzabisturi

Dr.ssa Ginevra Migliori, specialista in Chirurgia Plastica

Per ringiovanire il viso l’intervento più eseguito è stato senz’altro il lifting, ma attualmente la medicina estetica permette di ottenere ottimi risultati in termini di ringiovanimento del tessuto cutaneo anche senza bisturi, con trattamenti mini invasivi.

L’invecchiamento cutaneo è un processo biologico naturale, legato in primis agli anni che passano. È questo il concetto al quale si fa riferimento quando si parla di cronoaging, termine che indica il processo di invecchiamento legato all’età anagrafica.

Ma perché compaiono le rughe? Perché la pelle inizia a cedere, e gli zigomi scivolano verso il basso? Sono proprio questi i primi segni che compaiono quando la pelle inizia ad invecchiare. Le rughe di espressione si accentuano, la pelle perde tonicità e tende a cedere verso il basso (tra l’altro, i primi a “scivolare” sono proprio gli zigomi!) e sembra quasi che anche i lineamenti del volto non siano più gli stessi. Non è solo un’impressione in realtà, perché man mano che il tessuto cutaneo perde la sua elasticità e compattezza, anche la struttura del volto appare meno delineata.

Cerchiamo a questo punto di spiegare il perché. Con il passare del tempo alcuni processi metabolici del nostro organismo cambiano, tra i quali quelli coinvolti nella produzione di collagene e di elastina, due proteine presenti nel derma ed importanti nel mantenimento di compattezza ed elasticità della pelle.

Il tessuto cutaneo è formato da 3 strati:

  1. Epidermide
  2. Derma 
  3. Ipoderma o tessuto sottocutaneo

L’epidermide è lo strato più esterno, la cui funzione principale è proteggere gli strati sottostanti dall’azione potenzialmente dannosa degli agenti esterni. Sullo strato più esterno è presente uno strato di protezione ulteriore, il cosiddetto film idrolipidico superficiale. Formato da grasso e acqua, il film idrolipidico superficiale aiuta l’epidermide a trattenere acqua negli strati più profondi, e quindi a mantenere il corretto stato di idratazione.

Il derma è il tessuto connettivo della pelle con principali funzioni di nutrimento e sostegno. Troviamo a questo livello una rete solida e stabile formata da due proteine fibrose, il collagene e l’elastina. Questa struttura costituisce una sorta di scheletro di sostegno per l’epidermide, ed è responsabile del mantenimento di compattezza ed elasticità del tessuto cutaneo stesso. All’interno di questa rete si insinua una matrice gelatinosa formata da acido ialuronico e acqua, che mantiene idratazione, turgore e volumi.

L’ipoderma è lo strato più profondo formato essenzialmente dal pannicolo adiposo, il quale, formando una sorta di “cuscinetto ammortizzatore”, aiuta ad assorbire urti e stress di natura meccanica in generale.

Quello che accade con il passare del tempo è che nel derma i fibroblasti, cellule deputate alla produzione di collagene e di elastina, iniziano a rallentarne la produzione. Ci troviamo quindi ad avere sempre meno riserve di nuovo collagene, le quali non bastano a sopperire al ricambio con le vecchie, che invece vengono degradate. Mancando il collagene viene meno l’efficacia della struttura di sostegno descritta sopra, il che si traduce nella comparsa dei segni dell’invecchiamento cutaneo. Inoltre, anche il tessuto adiposo e quello osseo progressivamente si riassorbono, contribuendo così alla perdita dei volumi del viso.

Non facciamo l’errore di pensare che questo accada molto tardi: i fibroblasti iniziano a produrre meno collagene già a partire dai 25 anni di età. Ovviamente prima di vedere i segni passeranno un po’ di anni, ma intorno ai 30-35 le prime rughe di espressione tendono già ad essere presenti.

Per poter ottenere un effetto ringiovanimento senza bisturi, bisogna cambiare l’approccio alla base: mentre prima si andava a correggere gli inestetismi una volta che questi erano diventati così visibili da non poterne più fare a meno, adesso si è capito che è meglio agire prima, per ritardarne la comparsa o attenuarli quando essi sono anche appena accennati.

Ringiovanimento senza bisturi: come è cambiato l’approccio della medicina estetica

L’approccio della medicina estetica negli anni è cambiato, e come conseguenza sono state messe a punto delle nuove tecniche, le quali hanno in comune il fatto di essere sempre meno invasive per il paziente.

Fino a qualche anno fa l’unico modo per ringiovanire il volto era l’intervento chirurgico di lifting. L’intervento prevede, come tutti gli interventi chirurgici, il ricovero, l’anestesia ed il periodo di convalescenza. Esso porta inoltre con sé qualsiasi rischio legato ad un intervento chirurgico in generale, oltre che dolore più o meno intenso e persistente nel post-operatorio.
Il chirurgo plastico nell’effettuare l’intervento di lifting pratica delle incisioni più o meno estese, scolla la pelle distaccandola dai tessuti sottostanti la traziona verso l’alto, ne elimina l’eccesso e successivamente la chiude. Le incisioni vengono praticate in punti strategici dove le naturali pieghe della pelle aiutano a lasciare cicatrici relativamente poco visibili.
L’intervento è quindi invasivo e comporta non pochi rischi di complicanze, in certi casi anche gravi e permanenti. Inoltre, l’effetto è spesso eccessivamente “tirato” e quindi tutt’altro che naturale.

L’approccio attuale però inizia ad essere diverso. Perché arrivare al punto di avere bisogno di un lifting chirurgico? Cerchiamo di agire a livello anche preventivo e quando i segni di invecchiamento sono ancora poco evidenti. 

La medicina estetica offre una serie di trattamenti non invasivi o comunque mini invasivi, i quali si possono effettuare in ambulatorio per cui non richiedono né ricovero e né anestesia. Grazie ad un approccio combinato personalizzato, è possibile con questi trattamenti medico-estetici non invasivi trattare tutti gli aspetti dell’invecchiamento, dalle rughe, agli svuotamenti e la perdita di tonicità ed elasticità in modo molto efficace e con un effetto armonioso e naturale. Al termine della seduta si può tornare immediatamente alla vita sociale.

Questi trattamenti utilizzano prevalentemente tecniche iniettive (filler) e sostanze di natura biocompatibile e riassorbibile (es. acido ialuronico, glicerolo, vitamine ecc.). Il principio è quello di restituire al tessuto cutaneo quelle sostanze utili al mantenimento della sua compattezza ed elasticità e che sono naturalmente presenti nell’organismo (collagene, elastina, acido ialuronico) ma con il tempo prodotte sempre meno. Questo si può fare in due modi: da una parte, iniettando per via intradermica prodotti a base di queste sostanze, dall’altra attraverso tecniche o prodotti in grado di stimolarne la produzione da parte delle cellule del derma.

Parliamo quindi di trattamenti iniettivi, indolori, correttivi ma anche curativi, cioè in grado di riportare indietro le lancette biologiche della pelle, e con la possibilità di tornare immediatamente alle normali attività.

Ringiovanimento naturale: trattamenti non invasivi di medicina estetica

La medicina estetica si basa quindi attualmente su protocolli di trattamento sempre meno invasivi. L’effetto che si cerca di ottenere è il più possibile naturale: non una pelle troppo “tirata” come accadeva spesso con il lifting chirurgico, ma qualcosa di più morbido ed armonioso.

I Centri Medici Belotero propongono una gamma di trattamenti non invasivi per il ringiovanimento naturale senza bisturi. I trattamenti sono personalizzabili e in quanto tali possono essere eseguiti su pelle con caratteristiche ed età diverse, anche sulle più giovani.

Il trattamento Skinsaver è pensato anche e soprattutto per le più giovani. Aiuta a valorizzare la bellezza naturale e autentica del volto, migliora la texture naturale della pelle ed elimina le piccole rughe di espressione. Per le pelli più adulte si è dimostrato un valido supporto in associazione a trattamenti più profondi.

Per le pelli più adulte, uno dei prodotti più indicati è il Belotero Volume®, un filler con una formulazione pensata per ripristinare il volume nelle aree nelle quali esso si perde con l’invecchiamento (es. zigomi, guance, ecc.), per riempire le rughe e per restituire spessore al tessuto cutaneo.

I trattamenti dei Centri Medici Belotero hanno come ingrediente base nella loro formulazione l’acido ialuronico, in diverse percentuali e con altre sostanze per personalizzare il trattamento.

Tutti i trattamenti vengono eseguiti solo da Centri Medici Autorizzati.