Ringiovanimento cutaneo? Inizia dall’interno con gli alimenti antiage

alimenti-antiage

Le cause dell’invecchiamento cutaneo sono da ricercarsi sia in fattori fisiologici e sia in fattori ambientali. Nel primo caso parliamo di predisposizione genetica e di tutte quelle cause legate a cambiamenti nei processi metabolici che coinvolgono la pelle (in particolare lo strato intermedio, il derma) e che vengono raggruppate con il termine crono-aging. I fattori ambientali riguardano invece per lo più lo stile di vita ed il foto-aging, ossia l’invecchiamento derivante dall’esposizione cronica della pelle ai raggi solari.

In entrambi i casi, per prevenire, ritardare o anche semplicemente attenuare i segni dell’invecchiamento cutaneo, è importante agire su due fronti: dall’esterno, con una skin care quotidiana, trattamenti e creme mirate, così come dall’interno, attraverso una sana alimentazione. È importante che nella dieta siano inseriti dei cibi con proprietà anti-age, i quali contengono nutrienti che supportano il mantenimento della struttura del tessuto cutaneo e allo stesso tempo aiutano a neutralizzare i radicali liberi, molecole strettamente implicate nell’invecchiamento cellulare.

 

Invecchiamento cutaneo: le cause ed i segni

La pelle è composta da tre strati, che sono (a partire dall’esterno) epidermide, derma e ipoderma.

L’epidermide ha principalmente due funzioni: la prima è quella di proteggere gli strati sottostanti dall’azione degli agenti atmosferici, mentre la seconda è quella di trattenere l’acqua all’interno, in modo tale da mantenere l’idratazione profonda del tessuto. Questo è possibile soprattutto grazie al film idrolipidico superficiale, uno strato protettivo che si trova esternamente all’epidermide e che ha una funzione impermeabilizzante. Questo strato può essere danneggiato da agenti atmosferici quali vento, o sbalzi termici: è anche per questo che spesso nella stagione invernale la pelle è più secca e soggetta a screpolature.

Il derma ha un ruolo chiave nel processo di invecchiamento cutaneo. Nel derma troviamo infatti il collagene, una proteina fibrosa che insieme ad un’altra, l’elastina, forma una rete solida e stabile che fa da sostegno all’epidermide. Si potrebbe definire una sorta di “impalcatura”, all’interno della quale si insinua una matrice gelatinosa formata da acido ialuronico e acqua. Collagene ed elastina mantengono la pelle compatta ed elastica, l’acido ialuronico ne assicura invece il mantenimento dei volumi e dell’idratazione profonda.

L’ipoderma è formato da tessuto muscolare e pannicolo adiposo: con il passare del tempo il primo perde tonicità ed il secondo spessore, contribuendo a quel cedimento del tessuto che si verifica con l’invecchiamento.

Il collagene è prodotto autonomamente dal nostro organismo, nello specifico dai fibroblasti presenti nel derma. Intorno ai 25 anni di età però, la sintesi di nuove molecole inizia gradualmente a rallentare. I segni non li vedremo a 25 anni, sicuramente. Ma già intorno ai 35 la pelle comincia a perdere spessore, compattezza e tonicità. Le guance e gli zigomi sembrano già perdere un po’ di quel naturale sostegno e volume che avevano fino a qualche anno prima. Le rughe d’espressione, che prima si manifestavano solo contraendo i muscoli mimici del volto, iniziano invece ad essere più evidenti. Questo è quello che si chiama cronoaging: invecchiamento cutaneo legato all’età.

Nel processo di invecchiamento cutaneo entrano però in gioco anche altri fattori, legati all’ambiente ed allo stile di vita. Quando parliamo di fotoaging ci riferiamo, ad esempio, all’invecchiamento della pelle per esposizione cronica ai raggi solari. Ebbene sì, il sole invecchia la pelle. I raggi UVA e UVB, i primi con più elevato potere penetrante rispetto ai secondi, portano ad una maggiore produzione di radicali liberi da parte dell’organismo. I radicali liberi sono molecole chimiche particolarmente reattive: se e quando si accumulano, riescono a reagire con il DNA cellulare promuovendo l’invecchiamento delle stesse, e di conseguenza anche l’invecchiamento cutaneo.

La stessa cosa fa il fumo di sigaretta, così come particolari inquinanti ambientali, ed anche un’attività fisica troppo intensa. I radicali liberi possono essere neutralizzati dalle sostanze cosiddette antiossidanti, che legandosi inibiscono la loro azione.

Tra gli antiossidanti rientrano alcune vitamine, come la A, la C e la E, così come un’ampia famiglia di composti noti come polifenoli.

 

Ringiovanimento cutaneo: gli alimenti anti-age

Tra gli alimenti anti-age possiamo classificare molti di quelli ricchi in vitamine e polifenoli. Le sostanze antiossidanti in essi contenute riescono a neutralizzare l’azione dei radicali liberi e quindi prevenire l’invecchiamento cellulare. Tra le vitamine di bellezza della pelle, non possiamo non citare la vitamina C: oltre ad avere una buona azione antiossidante, è indispensabile per la produzione di collagene, che abbiamo visto essere la proteina chiave nel processo di cronoaging. La vitamina C stimola la produzione di collagene, sopperendo a quella fisiologica deplezione che si verifica con il passare degli anni.

I 5 alimenti che non dovrebbero mai mancare in tavola per il ringiovanimento cutaneo sono, quindi, i seguenti:

  • Alimenti ricchi di vitamina C: agrumi (arance, pompelmi, ecc.), pomodori, peperoncino rosso e peperoni, broccoli e tutti gli ortaggi della famiglia dei cavoli. Importante: consumarli nella loro naturale stagionalità, in quanto in quella fase sono più ricchi di questo prezioso nutriente.
  • Alimenti ricchi di betacarotene e vitamina A: rientrano in questa famiglia tutti gli ortaggi di colore giallo-arancio, come zucca, carote, melone, pesche, albicocche, ecc. Il betacarotene è indispensabile anche per la produzione di melanina da parte dei melanociti, ossia il pigmento dell’abbronzatura. Non a caso, molti di questi ortaggi sono tipici della stagione estiva.
  • Alimenti ricchi di vitamina E: la vitamina E è considerata un vero e proprio “scavenger”, ossia spazzino dei radicali liberi. Essa è contenuta nell’olio extravergine di oliva, nella frutta a guscio e nei semi oleosi.
  • Alimenti ricchi di polifenoli: rientra in questa classe un’ampia famiglia di cibi, così com’è ampia la famiglia dei polifenoli. La cosa che li accomuna è che fanno parte quasi tutti del mondo vegetale: sono ricchi di polifenoli (nello specifico i flavonoidi) i frutti rossi (mirtilli, ribes, uva, ecc.), il tè verde (catechine), così come le mele (quercetina) e molti altri.
  • Alimenti ricchi di acidi grassi Omega 3: questa classe di acidi grassi, definiti comunemente come acidi grassi “buoni”, favoriscono la circolazione e di conseguenza ossigenazione e nutrimento del tessuto cutaneo. Sono ricchi di Omega 3 i pesci dei mari freddi come il salmone, ma anche le noci e l’avocado.

 

Ringiovanimento cutaneo: i trattamenti dei Centri Medici Belotero

I Centri Medici Belotero hanno messo a punto una serie di trattamenti mini invasivi per migliorare la bellezza naturale della pelle e promuovere il ringiovanimento cutaneo.

  • Il trattamento Skinsaver: un trattamento che migliora la texture naturale della pelle e aiuta ad eliminare le piccole rughe di espressione. È un trattamento pensato anche e soprattutto per le più giovani, per valorizzare la bellezza naturale e autentica del volto, per un “selfie” perfetto, anche senza filtri. Per le pelli più adulte è un valido supporto in associazione a trattamenti più profondi.
  • Belotero Volume®: la formulazione di questo filler è pensata per ridare volume nelle aree nelle quali esso si perde fisiologicamente con l’invecchiamento. Rialzare zigomi e guance, riempire le rughe e rimpolpare il tessuto cutaneo in generale.
  • Belotero Lips®: trattamento pensato per esaltare la bellezza della zona labbra. Parte del viso più sensuale, Belotero Lips aiuta a volumizzare le labbra, correggere eventuali asimettrie ed eliminare le rughe di espressione (naso labiali, “codice a barre”).

I trattamenti Belotero hanno come ingrediente base nella loro formulazione l’acido ialuronico, combinati in diverse percentuali e con altre sostanze per personalizzare il trattamento a seconda del paziente e della zona da trattare.

Tutti i trattamenti vengono eseguiti solo da Centri Medici Autorizzati.