Tutto sul rinofiller a base di acido ialuronico: a cosa serve e quali sono i vantaggi

rinofiller

Dott. Andrea Lazzarotto, Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale.

Il naso è uno degli elementi del volto che, forse più di altri, è responsabile della sua armonia. Infatti, spesso il naso presenta dei difetti, come una punta troppo larga, una piccola “gobbetta” o una forma particolare e questa sua conformazione può causare problemi d’insicurezza, imbarazzo e scarsa autostima. 

Ecco perché, se non ci si riesce a guardare allo specchio con serenità o si vuole semplicemente migliorare l’aspetto del proprio naso, il rinofiller a base di acido ialuronico è un’ottima soluzione. Infatti, questo trattamento di medicina estetica consente di rimodellare il naso senza l’utilizzo del bisturi. Il rinofiller, quindi, non è un intervento invasivo, presenta meno controindicazioni rispetto alla chirurgia tradizionale e si esegue in ambulatorio.

Non a caso, infatti, il rinofiller a base di acido ialuronico è uno dei trattamenti più richiesti soprattutto in Italia, USA e Spagna.

In che cosa consiste il rinofiller a base di acido ialuronico

Il rinofiller è uno dei più moderni trattamenti di medicina estetica che consente di rimodellare il naso ed eliminare eventuali difetti, senza l’utilizzo del bisturi. Questo vuol dire che non è richiesta l’ospedalizzazione e non sono necessarie nemmeno incisioni e anestesia. Chi sceglie il rinofiller, quindi, dovrà semplicemente prenotare il trattamento dopo una prima visita presso lo specialista e sottoporsi a una seduta ambulatoriale. 

Il primo rinofiller è stato eseguito da due medici americani nel XIX secolo e come filler venne utilizzata la paraffina. Da allora, questa tecnica si è evoluta e perfezionata e oggi, la rinoplastica con fillers, trattamento conosciuto anche il nome di rinoscultura non chirurgica, prevedo l’utilizzo di alcuni riempitivi che vengono erogati eseguendo delle micro-iniezioni. Tra i fillers più utilizzati c’è sicuramente l’acido ialuronico, una sostanza fisiologicamente prodotta dall’organismo e per questo ben tollerata.

Il rinofiller non è un intervento invasivo, è indicato sia per uomini che per donne, ed è adatto per tutti coloro che non sono soddisfatti della forma del proprio naso o dell’armonia del volto.  

Nonostante il rinofiller non sia un’operazione chirurgica e quindi è una procedura che è davvero poco invasiva, i risultati sono evidenti e apportano benefici anche dal punto di vista psicofisico del paziente dato che, grazie alla correzione dei difetti, si può aumentare la propria autostima e ritrovare la serenità.

Prima di sottoporsi al trattamento di rinofiller è necessario prenotare una visita con lo specialista di medicina estetica che provvederà ad analizzare la situazione e valuterà come procedere ridisegnando la forma del naso per far si che sia in armonia con il volto. Il risultato dei trattamenti di rinofiller, infatti, è sempre molto naturale. 

La seduta di rinofiller viene svolta in ambulatorio, senza necessità di eseguire anestesia. In alcuni casi però può essere utilizzata una pomata a base di lidocaina, una sostanza che diminuisce la sensibilità della zona da trattare. Il medico estetico provvede a effettuare delle micro-iniezioni in tre aree del naso che vengono scelte in base a dove deve avvenire la correzione dell’inestetismo. 

Ad esempio, in caso di un naso che abbia una gobba o una piccola deformità, con avvallamenti o zone vuote, oppure se si vuole rimodellare quasi completamente la struttura del naso, le micro-iniezioni andranno eseguite sul dorso, mentre se si vuole modificare l’orientamento del naso ci si concentrerà maggiormente alla punta e si provvederà a effettuare le micro-iniezioni alla radice se si deve livellare il profilo del paziente.

Ovviamente, l’intervento di rinofiller viene illustrato e spiegato al paziente nei dettagli durante la visita preliminare e vengono presentati anche i risultati attesi. 

Il trattamento di rinofiller è praticamente indolore, molto sicuro, grazie alla procedura non invasiva e all’utilizzo di acido ialuronico, una sostanza ben tollerata dall‘organismo. Non ci sono quindi effetti collaterali né rischio di rigetto. A differenza della rinoplastica, il paziente non deve portare i tamponi, né seguire indicazioni particolari o prevedere un periodo di convalescenza. 

Chi si sottopone al rinofiller, infatti, deve solo seguire semplici indicazioni come non indossare gli occhiali per una settimana, evitare l’esposizione al sole, non fare docce calde, non effettuare trattamenti termali, sauna o bagno turco e astenersi dalla pratica dell’attività sportiva per qualche giorno. Le normali attività quotidiane e il lavoro, ad esempio, possono essere riprese immediatamente. In ogni caso, comunque, sarà il medico a fornire tutte le indicazioni al paziente su come comportarsi dopo la seduta di rinofiller. 

Acido ialuronico, che cos’è e perché sceglierlo

L’acido ialuronico è una sostanza che viene prodotta naturalmente dall’organismo e che è responsabile della salute della cute, ma anche delle articolazioni e degli occhi. 

Nella medicina estetica l’acido ialuronico è impiegato come filler, ovvero come sostanza riempitiva per alcuni trattamenti, tra cui, appunto, il rinofiller. L’acido ialuronico è uno dei filler più utilizzati perché si tratta di un componente naturalmente presente e prodotto fisiologicamente dall’organismo.

L’utilizzo di un componente completamente naturale, quindi fa si che il rinofiller sia ben tollerato e le controindicazioni sono infatti ridotte al minimo. L’acido ialuronico è una sostanza sicura, non provoca interazioni con i farmaci o altre sostanze e le reazioni allergiche sono rare. 

In ogni caso, se si sceglie un professionista che utilizza prodotti di prima qualità, il rischio che si possano verificare eventuali problematiche è ridotto al minino. In alcuni casi, comunque, il medico può effettuare un test dermico per verificare la reazione della pelle alla sostanza prima di eseguire il trattamento di rinofiller.

É bene sapere che i risultati ottenuti con il rinofiller non durano in eterno: l’acido ialuronico, infatti, essendo una sostanza organica, viene assorbita e metabolizzata dal corpo che la riconosce come propria. 

I risultati ottenuti con il rinofiller, quindi, durano dagli 8 ai 24 mesi circa, ma bisogna considerare che questo tempo è comunque legato ad alcuni fattori soggettivi. 

Se si desidera mantenere la stessa forma del naso e correggere gli inestetismi presenti, quindi, bisognerà sottoporsi nuovamente a questa procedura. Anche se questo può sembrare uno svantaggio, bisogna considerare che, poiché il risultato non è definitivo, come avviene invece con la rinoplastica, se non si è soddisfatti del “nuovo” naso si potrà sempre ritornare alla forma originaria o effettuare altre modifiche.

Quali sono i risultati e i vantaggi del trattamento

Il rinofiller è un trattamento di medicina estetica e, come accennato in precedenza, non si tratta di un intervento chirurgico. La minore invasività, l’assenza d’incisioni e la possibilità di eseguire questa procedura in ambulatorio rendono il rinofiller una soluzione pratica, meno costosa e rapida rispetto alla rinoplastica tradizionale. I costi, comunque, sono variabili in base alla zona da trattare, al prodotto che viene utilizzato e all’esperienza e alla professionalità del medico.

Il rinofiller non ha particolari controindicazioni, ma in ogni caso la visita che viene effettuata prima della procedura consente al medico di capire se il paziente potrebbe soffrire di eventuali allergie o avere qualche problema. Per questo motivo, è necessario rivolgersi a un professionista esperto che può garantire il risultato e assicurare che il tutto sia eseguito nel rispetto della salute del paziente e delle norme igienico sanitarie. 

I risultati del rinofiller possono essere apprezzati fin da subito. Infatti, anche se dopo la seduta si possono notare gonfiori e arrossamenti, è bene sapere che si tratta solo di disturbi transitori e che tendono a sparire nel giro di qualche ora. 

Sottoporsi al rinofiller consente di cambiare la forma del proprio naso, di eliminare i difetti migliorando così il proprio aspetto e l’armonia del volto. A volte, molti pazienti scelgono questa tipologia di trattamento anche per rimediare a una rinoplastica che non ha dato i risultati sperati e correggere così eventuali deformazioni, avvallamenti o inestetismi. 

Poiché il rinofiller non va a modificare la struttura del naso, come avviene invece con l’intervento di rinoplastica, ma agisce solo sull’aspetto estetico, non è possibile risolvere problematiche di tipo funzionale, come ad esempio difficoltà respiratorie dovute a una deviazione del setto, importanti malformazioni o patologie specifiche. 

 

Guarda la scheda professionale del Dr. Andrea Lazzarotto, Centro Medico Belotero: clicca qui.